Tuesday, April 23, 2019

Amy-d Arte Spazio: segnalazione mostra “X-Change. Arte come motore sociale” a Palazzo Muzio, Sondrio

ottobre 10, 2016 by redazione  
Filed under NEWS

la presente per segnalare la mostra “X-Change. Arte come motore sociale” a Palazzo Muzio di Sondrio,

un progetto economART di Amy-d Arte Spazio,
con la collaborazione della Delegazione FAI di Sondrio.
Con gentile richiesta di pubblicazione.
___________________________________________________

X-CHANGE
arte come motore sociale
Project economART di AMY D Arte Spazio Milano
Beba Stoppani – Daesung Lee – Edoardo Miola

Inaugurazione 15 oct. H. 17.30
da lunedì a sabato 10.00-12.00/15.30-18.30

X-Change, progetto di condivisione ad opera degli artisti Beba Stoppani, Daesung Lee, Edoardo Miola, sarà esposto a Sondrio dalla delegazione FAI presso la sala Ligari Palazzo Muzio dal 15 oct. al 05 nov. 2016.

Presenta Orietta Bay docente DAC FIAF

“La fortuna di un progetto come X-CHANGE sta nell’avere un’idea e degli artisti che te la realizzano”.
Nel mercato di massa gli artisti riescono ad offrire quella merce che in un mondo di abbondanza scarseggia: i significati .
Tre artisti con specificità e percorsi differenti che si incontrano e si confrontano dialetticamente su un tema forte come quello dei cambiamenti climatici, consapevoli che il nostro sistema del contemporaneo necessita di una vera e propria “terapia di impatto”, segnale eloquente e credibile di un effettivo cambiamento in atto.
Bisogna fare i conti con la perdita d’innocenza dell’immagine fotografica, immagine come universo magico, “piena di dei” dove la realtà si è infilata nel simbolo, è entrata nell’universo magico dei simboli dell’immagine e i simboli scacciano la nostra coscienza storica e critica.
È necessario a questo punto che l’estetica del prodotto fotografico si ricongiunga con l’etica per spingere ciascuno di noi a prendere in carico un impegno, delle responsabilità reali e concrete .
L’obiettivo di X-CHANGE è ricercare, rivelando nella riutilizzazione di materiale fotografico realtà incorporate, corpi organici/inorganici nascosti.
L’immagine come rivelazione non come rivoluzione, perché l’arte non ha doveri, non risponde oltre a canoni come bellezza, armonia, verità ma fonda il proprio esser-ci, la propria ontologica presenza sull’auto riflessione.
Ciò che conta non è l’opera fotografica ma l’idea.

a cura di Anna d’Ambrosio

BEBA STOPPANI – 0° a 5000 mt
DAESUNG LEE – Ghoramara/Futuristic Archaeology
EDOARDO MIOLA – Fore-X

Press e Comunicazione:
Vittorio Schieroni

FAI S.O.S PIANETA TERRA
Delegazione di Sondrio

Sala Ligari Palazzo Muzio
Via XXV Aprile 20-22 – Sondrio