Wednesday, June 26, 2019

Adeguamento allo scontrino telematico?

maggio 24, 2019 by redazione  
Filed under NEWS

IL PROGRAMMA DEGLI ADEGUAMENTI ALLO SCONTRINO TELEMATICO

1. Commercianti con volume d’affari 2018 oltre i 400.000 euro
Decorrenza: 1° luglio 2019

Riferimenti: articolo 2, comma 1, decreto legislativo 127/2015; articolo 17, decreto legge 119/2018; provv. Entrate 182017 del 28 ottobre 2016
Certificazione dei corrispettivi: documento commerciale (salvo richiesta e-fattura); nessun registro corrispettivi

2. Tutti gli altri commercianti
Decorrenza: 1° gennaio 2020

Riferimenti: articolo 2, comma 1, decreto legislativo 127/2015; articolo 17, decreto legge 119/2018; provvedimento Entrate 182017 del 28 ottobre 2016
Certificazione dei corrispettivi: documento commerciale (salvo richiesta e-fattura); nessun registro corrispettivi

3. Operazioni non soggette a obbligo di certificazione
Decorrenza: progressiva (con appositi decreti ministeriali)

Riferimenti: si tratta delle operazioni escluse dall’obbligo di certificazione fiscale di cui all’articolo 2, Dpr 696/96 (ad esempio cessioni di tabacchi, cessioni di prodotti agricoli da agricoltori in regime speciale; cessioni di quotidiani, periodici; somministrazioni di alimenti e bevande in mense aziendali, interaziendali, scolastiche e universitarie; prestazioni di custodia e amministrazione titoli e altri servizi da istituti di credito; prestazioni di parcheggio di veicoli in aree coperte o scoperte; cessione beni per corrispondenza); decreto ministeriale 13 febbraio 2015 (servizi di stampa e recapito dei duplicati di patente e di gestione e rendicontazione del relativo pagamento); decreto ministeriale 27 ottobre 2015 (prestazioni di servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici rese a committente consumatori finali
Certificazione dei corrispettivi: nessuna certificazione rilasciata; registro corrispettivi

4. Prestazioni di trasporto pubblico collettivo comprese biglietterie automatiche
Decorrenza: progressiva (con appositi decreti ministeriali)

Riferimenti: le prestazioni di trasporto esonerate possono essere realizzate con qualunque mezzo. I biglietti di trasporto, compresi quelli emessi da biglietterie automatiche, assolvono alla funzione di certificazione fiscale
Certificazione dei corrispettivi: rilascio biglietto di trasporto; registro corrispettivi

5. Operazioni a bordo di nave, aereo o treno nel corso di trasporto internazionale
Decorrenza: progressiva (con appositi decreti ministeriali)

Riferimenti: sono ricomprese nell’esonero le cessioni di beni e le prestazioni di servizi rese su mezzi di trasporto durante tragitti internazionali (ad esempio le cessioni a bordo di navi nel corso di crociere internazionali)
Certificazione dei corrispettivi: rilascio biglietto di trasporto; registro corrispettivi

6. Operazioni connesse e collegate a quelle non soggette a certificazione e a prestazioni di trasporto pubblico
Decorrenza: 1° gennaio 2020

Riferimenti: si tratta di tutte quelle operazioni in qualche modo connesse e collegate a quelle “principali” (ad esempio, la vendita di alimenti e bevande nel corso di un viaggio in treno). L’esonero dalla memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri per tali operazioni, operante sino al 31 dicembre 2019, ricomprende quindi anche i contribuenti con volume d’affari superiore a 400mila euro
Certificazione dei corrispettivi: rilascio ricevuta fiscale o scontrino fiscale; registro corrispettivi

7. Operazioni “marginali”
Decorrenza: 1° gennaio 2020

Riferimenti: si tratta delle operazioni effettuate in via marginale e cioè i cui ricavi o compensi relativi all’anno 2018 non sono risultati superiori all’1% del volume d’affari complessivo. Sino al 31 dicembre 2019 non andranno trasmessi i dati dei relativi corrispettivi giornalieri
Certificazione dei corrispettivi: rilascio ricevuta fiscale o scontrino fiscale; registro corrispettivi

8. Operazioni “marginali” diverse da cessioni di benzina e gasolio da parte di esercenti impianti di distribuzione di carburante
Decorrenza: 1° gennaio 2020

Riferimenti: sino al 31 dicembre 2019 non c’è obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri relativi alle vendite di beni diversi da benzina e gasolio effettuati da esercenti impianti di distribuzione quando di ammontare non superiore all’1% del volume d’affari del 2018
Certificazione dei corrispettivi: rilascio ricevuta fiscale o scontrino fiscale; registro corrispettivi

Scopri di più!
Non fermare il tuo business, fatti trovare pronto!

Entro il 1 luglio 2019 dovrai adeguarti al Registratore Telematico e all’invio dello Scontrino Elettronico, se superi 400.000€ di fatturato annuo.

Con POLO Suite hai la soluzione già da oggi